LATTE: APPREZZABILE INTERVENTO DI VIRGILIO MA RESTA IL 90% DEL PROBLEMA

01.04.2016 

L’On. Maroni e l’On. Fava convochino con urgenza un incontro delle tre province triangolo del latte lombardo: Mantova, Brescia e Cremona, dove si concentra, tra cooperazione ed industria, l’asse portante dell’agroalimentare lombardo ed italiano, al fine di coordinare il ritiro del latte non raccolto dall’industria casearia, in quanto, anche in seguito all’intervento di Virgilio con l’acquisto di 25 tonnellate giornaliere, permane il 90% del problema. PROSEGUI LA LETTURA »

LATTE: CI RITENIAMO OFFESI DAL GOVERNO. MENTRE IL SISTEMA STA AFFONDANDO CON IL RIBASSO DEL 50% DEL PREZZO IN 6 MESI, CI VENGONO OFFERTI IN MEDIA € 850 PER AZIENDA. SIAMO AL RIDICOLO

01.04.2016

A fronte di un ribasso del 50% del prezzo litro latte che ha causato una perdita di più di 2 miliardi di euro, è sinceramente ridicolo che l’unico intervento oggi messo in campo dal Governo sia quello di ridistribuire fondi, peraltro comunitari, pari ad un importo medio per azienda di € 850,00.
PROSEGUI LA LETTURA »

PREZZO LATTE: IN 18 MESI I PRODUTTORI EUROPEI HANNO PERSO 30 MILIARDI DI EURO, UN MILIARDO IN ITALIA. IL COMMISSARIO UE ED I MINISTRI “VIVONO SU UN ALTRO PIANETA”

15.03.2016

È in corso a Bruxelles il vertice dei produttori dell’European Milk Board, per definire le misure di intervento da adottare in questa situazione di crisi del settore lattiero – caseario e confrontarsi sulle gravi situazioni economiche dei diversi Paesi, dove negli ultimi mesi si è registrato un sensibile calo del prezzo del latte alla stalla, legato anche agli aumenti dei volumi di latte prodotto. Occorrono interventi decisivi che arrestino la caduta del settore: i produttori europei hanno perso 30 miliardi di euro, un miliardo solo in Italia!
PROSEGUI LA LETTURA »

CRISI DEL PREZZO LATTE: OGGI IL VIA AL VERTICE DEI MINISTRI PER L’AGRICOLTURA EUROPEI. OCCORRE INTRODURRE IL PROGRAMMA DI RESPONSABILITA’ DI MERCATO. CONTRARI A MISURE DI ABBATTIMENTO DEGLI ANIMALI

14.03.2016

Bruxelles. Oggi il via al vertice dei Ministri per l’Agricoltura dell’Unione Europea riunitisi per definire le misure di intervento da adottare in questa situazione di crisi del mercato lattiero-caseario.

Negli ultimi mesi si è registrato un sensibile calo del prezzo del latte alla stalla, legato anche agli aumenti dei volumi di latte prodotto. Malgrado la situazione molti Paesi incentivano la liberalizzazione del mercato, mentre altri sostengono un equilibrio tra domanda ed offerta al fine di garantire dei prezzi stabili, intervenendo sulla riduzione volontaria dei volumi di produzione e con proposte di abbattimento dei capi bovini.
La nostra organizzazione propone:

PROSEGUI LA LETTURA »

GOLOSITALIA: AGRIGELATO, LATTE E FORMAGGI, I PRODOTTI DELLA FILIERA BUONO E ONESTO SBARCANO IN FIERA CON ASSAGGI E DEGUSTAZIONI

26.02.2016

Agrigelato, latte e formaggi della filiera del Buono e Onesto sbarcano a Golositalia, la fiera del gusto che si terrà presso il Centro Fiera di Montichiari (BS), a partire da domani 27 febbraio fino a martedì 01 marzo 2016. PROSEGUI LA LETTURA »

CRISI PREZZO LATTE: COPAGRI SCRIVE A MARTINA LE PROPRIE PROPOSTE DA RIVENDICARE NEI CONFRONTI DI BRUXELLES COME RICHIESTO DALLA COMMISSIONE EUROPEA. CINQUE PUNTI DI INTERVENTO PER IL SISTEMA ITALIA ED IL PROGRAMMA DI RESPONSABILITA’ DEL MERCATO DA PROPORRE ALL’UE CONGIUNTAMENTE CON L’EMB

23.02.2016

In questa situazione di perdurante crisi del mercato lattiero-caseario, Copagri inoltra una lettera al Ministro Martina, in cui ripresenta le proprie idee per il risanamento del comparto, in vista delle proposte italiane che il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali trasmetterà alla Commissione Europea entro fine mese.

Di seguito presentiamo i 5 punti fondamentali per riavviare la nostra economia agricola: PROSEGUI LA LETTURA »

CRISI PREZZO LATTE: COPAGRI ED EMB SCRIVONO A JUNCKER PER CHIEDERE UN INTERVENTO URGENTE

17.02.2016

In una situazione di crisi del mercato lattiero – caseario, dove si presenta un’inarrestabile corsa al ribasso sul prezzo del latte alla stalla, è giunto il momento di trovare un nuovo slancio e definire un nuovo orientamento politico-economico del mercato, per salvare le nostre aziende europee. PROSEGUI LA LETTURA »

PREZZO LATTE: SITUAZIONE INSOSTENIBILE. PER NOI L’UNICA INDICIZZAZIONE VALIDA E’ BASATA SUI COSTI DI PRODUZIONE

29.01.2016

Approvata ieri ennesima indicizzazione di prezzo che non tiene conto dei costi di produzione alla stalla. Il Ministro prosegue nel lavoro di dividere i produttori, alimentando le speculazioni di mercato. Occorre elaborare un prezzo del latte giusto, che sostenga l’agricoltura; l’aumento di 1 centesimo non è sufficiente di fronte alla grave crisi del settore.

“L’unica indicizzazione accettabile è basata sui costi di produzione alla stalla, PROSEGUI LA LETTURA »

DOMANI PIU’ DI 200 DELEGATI DELL’EMB PROVENIENTI DA TUTTA EUROPA SARANNO PRESENTI ALL’UDIENZA PUBBLICA DI PAPA FRANCESCO

26.01.2016

Nella giornata di domani più di 200 delegati dell’European Milk Board provenienti da tutta Europa saranno presenti all’udienza pubblica di Papa Francesco per ricevere la benedizione anche per le proprie famiglie, in questa difficile situazione del settore lattiero – caseario.

Al termine della cerimonia Roberto Cavaliere, rappresentante della delegazione italiana, insieme ai membri del Direttivo dell’EMB prenderanno parte all’udienza privata per la consegna di un cesto con prodotti alimentari provenienti da diversi Paesi europei. PROSEGUI LA LETTURA »

PREZZO LATTE: OGGI VERTICE EMB A BERLINO. DRAMMATICA SITUAZIONE ECONOMICA. OCCORRE UN INTERVENTO DECISIVO DELLA COMMISSIONE EUROPEA

CAVALIERE EMB/COPAGRI: OCCORRE REAGIRE SUBITO AD UNA SITUAZIONE CHE RISCHIA DI PRECIPITARE. IL GOVERNO CHIEDA VERTICE DI CRISI EUROPEO

Le politiche economiche intraprese dalla Commissione Europea stanno incrementando la situazione di crisi del mercato lattiero caseario, dove alla crescita dei quantitativi di latte, sempre più in surplus, corrisponde una drammatica diminuzione del prezzo, che si mantiene sempre al di sotto dei costi di produzione. PROSEGUI LA LETTURA »